human tecar
Tecar Terapia. Cos’è? T.E.Ca.R., un acronimo della definizione “Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo”, è un tipo di trattamento elettromedicale (incluso nel macrogruppo delle diatermie), che trova particolare impiego nella cura di traumi e patologie infiammatorie dell’apparato muscolo-scheletrico.
Diffusa soprattutto in ambito fisioterapico, la Tecarterapia prevede l’utilizzo di uno strumento capace di ridurre il dolore (azione antidolorifica) e accelerare la naturale riparazione dei tessuti, laddove ovviamente ci sia un danno.
Essa è una pratica che sfrutta le proprietà curative per mezzo di un aumento localizzato della temperatura di alcune zone del corpo non superficiali. Il calore è indotto dal passaggio di corrente elettrica, per effetto Joule, andando a produrre tre tipo di effetti:

  1. biochimico: riequilibra il disordine enzimatico degli adipociti e accelera il metabolismo delle cellule richiamando sangue ricco di ossigeno, velocizzando il flusso e facilitando il drenaggio linfatico dalle aree periferiche.
  2. termico: per effetto joule, prodotto dalle correnti di spostamento, induce una endotermia profonda e omogeneamente diffusa scaldando in modo uniforme e mirato l’area interessata senza surriscaldare la parte esterna.
  3. meccanico: aumentando la velocità di scorrimento dei fluidi, drena la stasi emolinfatica e tonifica le pareti vascolari.

Indicazioni terapeutiche: potenzialmente tutto!

Ecco alcuni esempi:

Le indicazioni alla Tecarterapia sono numerose; fra le condizioni patologiche cui si sono ottenuti buoni risultati:

  • arto fantasma doloroso
  • artropatie da patologie autoimmuni ecc.
  • capsulite adesiva (la cosiddetta spalla congelata)
  • cervicalgia e cervicobrachialgia
  • cisti di Baker
  • condropatia rotulea
  • coxartrosi e coxalgie
  • deficit articolari
  • epicondilite
  • fascite plantare
  • gonartrosi
  • lesioni traumatiche di tipo acuto
  • lombosciatalgia
  • metatarsalgia
  • postumi di fratture
  • pubalgia
  • rizoartrosi
  • sindrome del tunnel carpale
  • sindrome della cuffia dei rotatori
  • sperone calcaneare
  • tendinite dell’achilleo
  • tendinite rotulea

Spesso il trattamento di Tecarterapia è associato, in concomitanza od alternanza, a delle sedute fisioterapiche di terapia manuale e di rieducazione neuromotoria per un più completo approccio fisioterapico al miglioramento della patologia.